Questo viaggio è già stato effettuato, ma puoi controllare il nostro catalogo per le prossime destinazioni.

LA SAGGEZZA DELLA SCOZIA

RIVIVERE LA SPIRITUALITA' CELTICA

Gran Bretagna 10 - 17 Agosto 2017
8 giorni (7 notti)

Un viaggio in Scozia è come un respiro di aria fresca pieno di vita. Sole, pioggia, vento: qui le forze della natura agiscono senza limiti e modellano i pochi abitanti del posto, i quali, a loro volta, rispondono a queste sollecitazioni creando qualcosa di unico nel mondo: i colori sfumati e luminosi del tartan, il sapore del whisky, la musica tenace delle cornamuse. Qui, durante i primi secoli del medioevo, sono arrivati monaci provenienti dall’Irlanda, a partire dal VI secolo d.C., che hanno diffuso in tutto il territorio il cristianesimo celtico a partire da monasteri, cappelle, sorgenti sacre situati in valli silenziose, isole rocciose, laghi cristallini.
Percorriamo i luoghi dei santi celtici rivivendo il loro richiamo alla ricerca della purezza dello spirito, alla consapevolezza della presenza divina nel mondo che ci circonda e cercando di scoprire come i loro insegnamenti siano stati rielaborati e attualizzati nella nostra epoca.

Ritrovo all’aeroporto di Milano (o altre città su richiesta) e partenza con volo di linea per l’aeroporto di Glasgow (possibili scali intermedi). Sistemazione in albergo a Glasgow, cena e pernottamento.

Colazione. Ci dirigiamo verso la costa occidentale della Scozia, zona famosa per i fiordi e le montagne emergenti a picco sul mare. Durante il percorso incontriamo Loch Lochmond, il più vasto lago della Gran Bretagna, e sostiamo nel villaggio di pescatori di Luss, situato all’interno del Parco Nazionale di Trossach fra montagne e foreste. Sono questi i luoghi di san Kessog, monaco missionario arrivato dall’Irlanda nel 510, primo santo patrono della Scozia. Camminata (3 km) lungo il Luss Heritage Trail, percorso tra boschi di querce, pascoli per le pecore, spiagge sabbiose del lago e i cottage di Luss. Si riprende la strada, attraversando valli deserte tra montagne e boschi, diretti verso Oban, porto situato sulla costa nord-occidentale. Partendo da Oban, con il traghetto, raggiungiamo la selvaggia isola di Mull, dell’arcipelago delle Ebridi e, utilizzando un altro traghetto, ci spostiamo verso la piccola isola di Iona (poco più di 5 km di larghezza e meno di 2 km di lunghezza), dove san Columba, di origine irlandese, nel VI secolo fondò un monastero dal quale il cristianesimo si diffuse in tutta la Scozia. Sistemazione in albergo/istituto religioso, cena e pernottamento.

Colazione. Visita del complesso monastico di Iona, che al tempo di san Columba ospitava circa 600 monaci, dediti allo studio, alla trascrizione dei manoscritti, alla preghiera e al lavoro manuale.
A fianco delle attività della vita quotidiana della comunità, Columba manteneva le relazioni con i re locali, seguiva i concili ecclesiastici, preparava viaggi missionari e fondava nuovi monasteri sulla terraferma: questo monastero esercitava una grande influenza su tutto il territorio della Scozia. Attualmente rimangono le rovine della “Nunnery” (monastero femminile presso cui si trovano una chiesa del XIV secolo e una grande croce celtica), il cimitero (dove molti re scozzesi, tra cui Macbeth, scelsero di essere sepolti), l’abbazia (in stile romanico-gotico). L’abbazia continua ad essere un centro spirituale vivo con la presenza di un’attiva comunità ecumenica cristiana, fondata nel 1938, impegnata a ricercare un nuovo modo di vivere il vangelo di Gesù Cristo nel mondo di oggi. Camminata (5 km) fra prati, rocce, spiagge lungo gli antichi sentieri di meditazione dei monaci. Rientro in albergo/istituto religioso, cena e pernottamento.

Colazione. Utilizzando i traghetti, ritorniamo sulla terraferma ad Oban. Di qui ci dirigiamo verso le Highlands, la regione montuosa della Scozia ed arriviamo alla località Bridge of Orchy. Pranzo libero. Camminata (5 km) lungo la West Highland Way, un sentiero che, a partire da Glasgow fino a Fort William, attraversa la parte più selvaggia della Scozia passando per pochi villaggi circondati da brughiere, laghi e foreste di pini. Questi luoghi erano diventati tra il VI e il VII secolo un rifugio per gli eremiti: come i Padri del deserto, i santi celtici cercarono Dio nei luoghi selvaggi. Sistemazione in albergo lungo il percorso della West Highland Way nell’area di Tyndrum, cena e pernottamento.

Colazione. Ci trasferiamo nella città di Stirling, per raggiungere il castello del XV secolo, residenza preferita dei re scozzesi e ritenuto la fortezza più importante della Scozia. Arroccato su una rupe alta 750 m a strapiombo sul paesaggio circostante, il maniero domina il territorio con la sua imponenza, caratteristica che lo rese praticamente inespugnabile. Qui si combattè la battaglia dello Stirling Bridge in cui le armate scozzesi, guidate da William Wallace, sconfissero l’esercito inglese nel 1297 e poi ancora nel 1314 sotto il comando di Robert Bruce. Visita degli appartamenti del palazzo reale (in stile rinascimentale) e della “Great Hall”, la grande sala dei banchetti (realizzata con forme gotiche). Pranzo libero. Partenza verso la piccola località di Melrose, situata nella zona denominata “Scottish Borders” (“Confini scozzesi”), l’area di confine tra Scozia e Inghilterra, sede di un’importante abbazia nel medioevo e oggi punto di partenza per il Cammino di san Cutberto, monaco vissuto nel secolo VII che armonizzò l’austerità e lo stile di vita dei Celti con il monachesimo benedettino. Sistemazione in albergo nell’area di Melrose, cena e pernottamento.

Colazione. Visita dei resti dell’abbazia cistercense di Melrose fondata nel secolo XII, diventata in epoca tardo gotica un imponente complesso con una superficie di più di un ettaro; infatti la sola chiesa era lunga circa 100 metri. Si ritiene, secondo la tradizione locale, che qui sia stato sepolto il cuore di Robert the Bruce, re scozzese che nel 1314 ottenne l’indipendenza della Scozia dall’Inghilterra. Pranzo libero. In marcia (8 km) da Melrose lungo il cammino di san Cutberto verso l’abbazia premostratense di Dryburgh, risalente al 1150 e situata a fianco del fiume Tweed. Visita degli ambienti conventuali normanni (secolo XII) e della chiesa (la facciata con portale romanico, il coro e il transetto con la tomba dello scrittore Walter Scott, considerato lo scrittore nazionale della Scozia e creatore del genere letterario del romanzo storico nell’Ottocento con la pubblicazione di Ivanhoe, ambientato in Inghilterra intorno al 1194). Trasferimento verso Edimburgo, capitale della Scozia, il cui centro storico è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. È anche la prima città al mondo ad aver ricevuto dall’UNESCO il titolo di “Città della letteratura”, perché è qui che nacquero o vissero grandi autori come Sir Walter Scott, Irvine Welsh, Robert Burns, Robert Louis Stevenson, Muriel Spark, James Hogg, Sir James Matthew Barrie, Sir Arthur Conan Doyle, J.K. Rowling. Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

Colazione. Passeggiata nei giardini di Princes Street Gardens, situati tra la “vecchia città” (raccolta in un’area compresa tra la collina del castello e il palazzo reale di Holyrood House) e la “nuova città” (costruita in stile georgiano con intenti monumentali nel 1700) per arrivare allo Scott Monument, un monumento, alto più di 60 metri, dedicato allo scrittore Walter Scott (1771-1832) e costruito nel 1840 in stile neogotico. Ci spostiamo al vicino Museo Nazionale di Scozia (National Museum of Scotland), soffermandoci sulla sezione dedicata alla storia della Scozia, contenente reperti dalla preistoria all’epoca contemporanea, tra i quali la scultura della Leonessa di Cramond (faceva parte della tomba di un funzionario romano, che visse nel II secolo d.C. e morì in Scozia) e il reliquiario di Monymusk (cofanetto in legno dell’VIII secolo con decorazioni tipiche dell’arte celtica, che la tradizione riteneva conservasse i resti di san Columba di Iona). Pranzo libero. Passeggiata lungo il Royal Mile, strada della città vecchia che va dal Castello al Palazzo Reale di Holyrood House, lungo la quale si incontra la casa di John Knox (1505-1572), teologo che diffuse il protestantesimo in Scozia. Rientro in albergo, cena e pernottamento.

Colazione. Trasferimento in pullman all’aeroporto di Edimburgo e rientro con volo di linea in Italia all’aeroporto di partenza (possibili scali intermedi).

Gli alberghi previsti sono soggetti a possibili modifiche fino al momento della conferma del viaggio:

Glasgow – Grand Central Hotel (4 stelle)
Isola di Iona – St Columba Hotel (3 stelle)
Tyndrum – Ben Doran Hotel (3 stelle)
Melrose – Burts Hotel (3 stelle)
Edimburgo – Hotel ibis Edinburgh Centre Royal Mile (3 stelle)

ACCOMPAGNATORE CULTURALE: Cecilia Barella
Romana, anglista, traduttrice dall’inglese. I suoi specifici campi di interesse sono: la letteratura per ragazzi, la fiaba, la letteratura inglese. Ha collaborato con diverse case editrici e riviste culturali per articoli, recensioni, traduzioni e curatele. Tra il 2008 e il 2012 ha collaborato con la redazione della Compagnia del Libro – TV2000. Ha curato la traduzione e l’edizione per ragazzi di alcuni testi epici della tradizione nordica antica.

MEDITAZIONI
Lungo il cammino sono previste soste di riposo arricchite da meditazioni, a cura di Effatà Tour, tratte da racconti di viaggio di pellegrini, ricerche di storici e documenti medievali. I percorsi nella selvaggia natura scozzese diventa l’occasione per praticare un percorso di spiritualità e vivere il cammino come viaggio interiore.

APPROFONDIMENTI
Durante i trasferimenti in pullman l’accompagnatore di Effatà Tour introduce e commenta letture di brani, ascolti musicali, proiezioni audiovisive, che contribuiscono a cogliere aspetti artistici, storici, spirituali e culturali relativi alla Scozia.

  • Quota di partecipazione:
    € 2.620,00
  • Partenza da:
    Milano
  • Quota gestione pratica:
    € 45
  • Trasporto:
    Aereo, Pullman
  • Prenotazione:
    Entro il 10 Luglio 2017 o oltre, fino ad esaurimento posti
Scheda di prenotazione Assicurazioni

LA QUOTA COMPRENDE: Volo di linea andata/ritorno Milano/Edimburgo in classe economy • Tasse aeroportuali (soggette a riconferma al momento dell’emissione biglietti) • Trasporto in pullman G.T. per le località indicate, visite ed escursioni come da programma con ingressi a pagamento inclusi • Traghetto per isole Mull e Iona • Sistemazione in hotel di 3/4 stelle in camere a due letti con servizi privati • Trattamento di mezza pensione dalla cena del 1° giorno alla colazione dell’ultimo giorno • Accompagnatore culturale Effatà Tour

LA QUOTA NON COMPRENDE: Le bevande ai pasti • Ingressi ed escursioni non indicati in programma • Tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”

SUPPLEMENTI: Camera singola: € 475,00 • Partenza da altre città con voli di linea: quotazioni su richiesta • Trasferimento a/r in pullman da Cuneo-Pinerolo-Torino/aeroporto Milano: il costo sarà determinato in base al numero di aderenti al servizio

ESCURSIONI A PIEDI: Le tappe a piedi sono facoltative (pullman a disposizione durante le tappe) e si svolgono su sentieri non asfaltati. Si raccomanda di portare con sé, oltre ai normali bagagli, un piccolo zaino, borraccia, occhiali da sole, crema protettiva, cappello, giubbotto antipioggia, vestiti e scarpe comode