Carlo De Agnoi, Nepal

© Carlo De Agnoi

Questo viaggio è già stato effettuato, ma puoi controllare il nostro catalogo per le prossime destinazioni.

NEPAL E TIBET

Nel regno del cielo

Nepal 06 - 21 Agosto 2017
16 giorni (15 notti)

In un paesaggio immenso fatto di laghi azzurri e passi incassati tra i ghiacciai, foreste di conifere e deserti d’alta quota, vive un mondo che regala al viaggiatore emozioni di grande intensità grazie ai suoi spazi, a tagli di luce cristallina e silenzi metafisici.
Questo grande viaggio nella spiritualità dei Paesi delle Nevi ne svela i gioielli storici, architettonici e culturali a partire dalle due capitali di Nepal e Tibet: Kathmandu e Lhasa.

La prima, sita a 1330 metri di altitudine, è la porta per conoscere la pittoresca Bhagdaon (l’antica città-stato di Bhaktapur) e la leggendaria Patan “dai mille tetti dorati”. La seconda – che ha legato indissolubilmente il proprio nome al Dalai Lama, di cui fu residenza – è circondata da importanti centri religiosi e monastici buddhisti.
Accompagnato dalle onnipresenti bandierine di preghiera che sventolano colorate al vento delle alte quote, questo percorso che intreccia natura e cultura invita ad una autentica occasione di crescita interiore.

In omaggio ai partecipanti il libro “Lung Ta – Universi tibetani” di Piero Verni e Giampietro Mattolin

Viaggio consigliato dal MAO, Museo d’Arte Orientale

Organizzazione tecnica: Il Tucano Viaggi Ricerca di Willy Fassio Srl

Partenza dall’Italia nel primo pomeriggio con volo di linea per Kathmandu, via Istanbul, dove l’arrivo è previsto il mattino successivo.

Arrivo al mattino nella capitale del Nepal, situata a 1330 metri di altitudine. Trasferimento e sistemazione in hotel. Nel pomeriggio primo contatto con la città e visita della pittoresca Bhagdaon, l’antica città-stato di Bhaktapur. Fondata nel IX secolo su una collina che domina il fiume Hanuman, questa antica capitale ha conservato nei suoi splendidi monumenti, templi e palazzi, un fascino ed un’atmosfera tipicamente medievali. Pernottamento.

L’Ufficio del turismo nepalese segnala che la maggior parte dei siti, chiusi in seguito al terremoto che ha colpito il Paese nell’aprile 2015, sono stati riaperti alle visite. Tuttavia alcune aree sono al momento ancora inagibili per motivi di sicurezza o per i lavori in corso, ulteriori visite potranno aggiungersi con l’avanzare dei lavori di ricostruzione. La struttura urbana di Kathmandu con la sua successione di edifici e cortili, di facciate ornamentali e fontane, di spazi aperti affollati di divinità, di pagode e templi, è stata in diversi punti danneggiata dal terremoto e ristrutturata anche con il contributo di aiuti stranieri.

Visita di Patan, la “città dei mille tetti dorati”, l’antica Lalitpur. Edificata in gran parte dai re Malla che regnarono dal 1380 al 1760, Patan è considerata la culla delle arti e dell’architettura della Valle di Kathmandu, un vero e proprio museo all’aperto. Prima colazione e pernottamento.

Trasferimento in aeroporto e partenza con il volo per Lhasa, la capitale del Tibet, situata a 3650 metri di altitudine. Trasferimento e sistemazione in hotel. Tempo a disposizione per riposo e acclimatazione. Pensione completa.

Giornata dedicata alla visita del Palazzo del Potala, ex residenza dei Dalai Lama, uno degli edifici più maestosi ed impressionanti dell’intera Asia, e alla visita del grande tempio di Jokhang. Si termina con il pittoresco quartiere commerciale di Barkhor, nel nucleo antico della capitale. Pensione completa.

Escursione al monastero di Ganden (4200 m), costruito ad anfiteatro su una montagna a 60 chilometri da Lhasa. Dell’originale complesso monastico, raso al suolo durante la Rivoluzione Culturale, i Tibetani hanno ricostruito alcuni edifici che ospitano circa duecento monaci. Qualora la strada per Ganden non sia percorribile, si visiterà il monastero di Tshurpu, che dista 60 chilometri circa dalla capitale. Qui è vissuto sino al ‘99, sotto la tutela dei monaci, un giovane considerato la reincarnazione di un grande lama: il Karmapa. Pensione completa.

Mattinata dedicata all’escursione al monastero di Drepung, a otto chilometri dalla città, un tempo importante università monastica con migliaia di monaci, oggi ridotti ad alcune centinaia. Nel pomeriggio visita del grande complesso monastico di Sera, a cinque chilometri da Lhasa, e del palazzo di Norbulingka, che fu la dimora estiva dei Dalai Lama. Pensione completa. 

Partenza per Tsetang (220 km: 4 ore circa) lungo l’ampia valle del Kyi Chu e seguendo la valle dello Yarlung. Lungo il tragitto effettueremo la visita del monastero di Dranang, di grande importanza per i suoi dipinti murali dell’XI secolo. Una deviazione porta ad una suggestiva valle laterale con resti di antiche costruzioni e piccoli chorten: qui si visita il monastero di Mindroling. Arrivo a Tsetang, a 3400 metri di quota, e sistemazione in hotel. Pensione completa. 

Visita di Samye, splendido complesso monastico sulla sponda opposta dello Yarlung, ad una quarantina di chilometri da Tsetang. Proseguendo per una quindicina di chilometri si incontra il magnifico monastero-fortezza di Yumbulakang, situato su uno sperone roccioso che domina la valle. Lo sguardo d’insieme da quassù è spettacolare. Pensione completa.

Giornata di trasferimento a Gyantse (340 km: 6 ore circa), situata a 3950 metri di altitudine. La strada  passa lungo il lago Yamdrok, immenso specchio azzurro a 4300 metri di quota, quindi sale verso i 5010 metri del Karo La, un passo spettacolare incassato tra i ghiacciai. Ai piccoli villaggi di pastori, alle greggi di pecore e yak, alle onnipresenti bandierine di preghiera che sventolano al vento delle alte quote, si susseguono i campi di orzo. Arrivo verso sera a sistemazione in hotel. Pensione completa.

Nella mattinata si lascia Gyantse alla volta di Shigatse (130 km: due ore circa), la seconda città per importanza nel Tibet. Lungo il percorso si effettuerà una deviazione per raggiungere il monastero di Shalu, che risale all’XI secolo. Arrivo a Shigatse, posto ad un’altitudine di 3900 metri, e sistemazione in hotel. Pensione completa. 

Visita del Tashi Lumpo, l’ex residenza del Panchen Lama che domina Shigatse con i suoi tetti dorati. Tempo per una kora, la circumdeambulazione del monastero, che consente una visuale d’insieme del complesso. Quindi si lascia Shigatse per scoprire uno dei più importanti monasteri del Tibet, sontuoso e raffinato: Sakya. L’immenso dukhang, la sala di preghiera con le alte colonne lignee, le statue rivestite d’oro, le pareti affrescate di dipinti preziosi, suggeriscono un profondo senso di interiorizzazione e misticismo. Al termine della visita trasferimento e sistemazione in hotel. Il giorno seguente faremo ritorno a Shigatse. Pensione completa. 

Partenza in direzione di Lhasa. Arrivo e sistemazione in hotel. Tempo a disposizione. Pensione completa. 

Trasferimento all’aeroporto di Lhasa, e partenza con il volo per Kathmandu. Arrivo e trasferimento in hotel. Pomeriggio a disposizione per riposo. Prima colazione e pernottamento. 

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e partenza con il volo per Istanbul da cui si prosegue con il volo per l’Italia, dove l’arrivo è previsto nel tardo pomeriggio.

Sistemazione in hotel di categoria 4 stelle a Kathmandu, in hotel di categoria 3 stelle a Lhasa, Shigatse e Tsetang, nei migliori disponibili nelle altre località.
Si informa che le strutture ricettive in questi Paesi, pur migliorate rispetto agli anni precedenti, spesso presentano particolari carenze igieniche e di manutenzione (camere/aree comuni degli hotel e ristoranti locali).  La cucina tibetana è piuttosto povera di verdure di ogni genere e di pesce, mentre abbondano le carni di yak, montone e manzo. Sta diventando sempre più popolare la cucina cinese, ormai presente un po’ ovunque.
La nostra organizzazione è molto attenta a tali aspetti, siamo in costante contatto con i fornitori locali per offrire i migliori servizi, ove possibile.
Per consentire di effettuare passeggiate e/o visite individuali nelle ore a disposizione, per chi lo desidera, abbiamo optato a Lhasa per hotel in posizione centrale, classificati 3 stelle, poiché gli hotel di categoria superiore sono situati fuori dalla città.
È bene sapere che il Tibet non ha una grande tradizione turistica e solo da pochi anni sono state intraprese alcune opere per migliorare le strutture ricettive, non sempre con risultati soddisfacenti. Pertanto, quando si decide di affrontare un viaggio in questo Paese bisogna farlo con la necessaria consapevolezza e informandosi in modo approfondito su tutti gli aspetti, le difficoltà/criticità che caratterizzano un viaggio del genere. Per questi itinerari sono richiesti al viaggiatore un forte spirito di adattamento, sensibilità e tolleranza nei confronti di una realtà così lontana e diversa dalla nostra. Si tratta di viaggi di interesse culturale e paesaggistico, che riservano grandi emozioni per l’incontro con popoli, luoghi e tradizioni ricche di fascino, ma spesso a scapito del comfort.

ACCOMPAGNATORE CULTURALE: Ilaria Fiore
Il suo motto è tratto dalla poesia Itaca: “Quando ti metterai in viaggio devi augurarti che la strada sia lunga, fertile di avventure ed esperienze.” Sin da bambina viaggiava con la fantasia leggendo le avventure de “Il giro del mondo in ottanta giorni”, “Ventimila leghe sotto i mari “e “L’isola del tesoro”, una passione che ha poi trasformato nella sua professione. Laureata in Lettere e filosofia, Ilaria ha vissuto e lavorato in Europa e nel Vicino Oriente. Ritiene il viaggio una forma di conoscenza: di popoli, culture, religioni, arte, filosofie, folklore e cucina… ha quindi percorso le strade del mondo, soprattutto in Africa, Vicino e Lontano Oriente (India, Vietnam e Giappone sono i suoi luoghi del cuore), America Latina ed Europa.

  • Quota di partecipazione:
    € a partire da 4280,00
  • Partenza da:
    Milano
  • Quota gestione pratica:
    € 55
  • Trasporto:
    Aereo, Pullman
  • Prenotazione:
    Entro il 05 Giugno 2017 o oltre, fino ad esaurimento posti
Scheda di prenotazione Informazioni generali Viaggiare in Nepal Assicurazioni

LA QUOTA COMPRENDE: I passaggi aerei internazionali con voli di linea Turkish Airlines da/per Milano (classe di prenotazione Q: per maggiori informazioni consultare il documento Informazioni Generali - NEPAL E TIBET), i voli interni, 20 Kg di franchigia bagaglio • Tutti i trasferimenti • Sistemazione in hotel di categoria 4 stelle a Kathmandu, in hotel di categoria 3 stelle a Lhasa, Shigatse e Tsetang, nei migliori disponibili nelle altre località • I pasti dettagliati nel programma • Visite ed escursioni come da programma • Ingressi durante le visite guidate • Assistenza di una guida locale parlante inglese in Tibet, guida locale parlante italiano in Nepal • Assistenza di un accompagnatore dall’Italia a partire da 13 partecipanti

LA QUOTA NON COMPRENDE: L'assicurazione obbligatoria (per maggiori informazioni consultare il documento Assicurazioni) • Visto di ingresso in Tibet (€ 90) e Nepal ($ USA 30 da pagare in loco) • Le tasse aeroportuali e di sicurezza (€ 310 circa) e le tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco • Bevande, mance e quant'altro non espressamente indicato

SUPPLEMENTI: Camera singola: € 740,00