CC0 Ana Gic

Questo viaggio è già stato effettuato, ma puoi controllare il nostro catalogo per le prossime destinazioni.

LONDRA

IL MONDO IN UNA CITTÀ

Gran Bretagna 01 - 06 Novembre 2018
6 giorni (5 notti)

Nel 1777, uno studioso inglese, Samuel Johnson, affermò: «Quando un uomo è stanco di Londra, è stanco anche di vivere; perché Londra offre tutto ciò che la vita può offrire». In quegli anni gran parte dell’attuale Londra era in campagna e la popolazione era soltanto una parte rispetto a quella odierna, eppure Johnson aveva intuito il suo potenziale. Oggi è una fra le città più creative del mondo, racchiude nei suoi musei elementi di storia e d’arte dei cinque continenti, ha contribuito a far sì che la società contemporanea prendesse l’aspetto che noi conosciamo e ha ispirato numerose personalità significative, fra le quali: Tommaso Moro, che nel 1516 pubblica Utopia, in cui racconta una perfetta società ideale; Francesco Bacone scrive La Nuova Atlantide nel 1624, opera fondata sulla certezza che il progresso scientifico trasformerà positivamente le stesse strutture sociali; Karl Marx e Friedrich Engels diffondono nel 1848 il Manifesto del Partito Comunista e, nel secolo XX, George Orwell s’impegnerà, con i romanzi La fattoria degli animali e 1984, contro tutte le tendenze totalitarie, le forme di sopraffazione e d’ingiustizia della società moderna.

Ritrovo all’aeroporto di Milano-Malpensa e partenza con volo di linea diretto (Compagnia aerea: British Airways) per l’aeroporto di Londra-Heathrow. Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

 

Colazione. Ingresso al Museum of London, il museo che narra la storia di Londra, a partire dalla preistoria, seguendo l’evoluzione della città sotto il dominio romano e sassone fino all’epoca medievale per arrivare agli anni tumultuosi dell’epoca moderna che hanno visto la capitale devastata da guerre civili, dalla peste e dagli incendi. In seguito si passa all’epoca di Londra capitale dei traffici commerciali di tutto il mondo e dell’influenza della regina Vittoria sulla società e lo stile di vita britannico. Pranzo libero.
Raggiungiamo la Torre di Londra (Tower of London), considerata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, composta da diversi edifici fortificati, che fin dal medioevo sono stati usati come fortezza, palazzo reale e prigione per detenuti di famiglie nobili. Siccome era ritenuta inespugnabile divenne il luogo per custodire i gioielli della corona, oggi esposti ai visitatori, tra i quali i gioielli della Regina ancora oggi utilizzati dalla sovrana in importanti cerimonie nazionali.
Il politico inglese Tommaso Moro (1478-1535) fu qui imprigionato e condannato a morte per il suo rifiuto, nel 1535, ad accettare la rivendicazione del re Enrico VIII di farsi capo supremo della Chiesa d’Inghilterra. A fianco delle tensioni politiche e vicende storiche, Tommaso Moro è famoso per aver scritto nel 1516 l’opera intitolata Utopia, dalla quale è venuto il termine di “utopia”. In questo libro sono criticate le condizioni politiche dell’Inghilterra di quel tempo e viene proposta una società perfetta tramite la descrizione delle leggi e delle consuetudini degli abitanti di un’isola immaginaria chiamata Utopia: qui i cittadini vivono come in una grande famiglia in comunanza di beni, sotto il governo di un senato di saggi che può ricorrere anche alla diretta consultazione popolare; tutte le religioni sono ammesse, e nessuno può con la forza convertire gli altri. Rientro in albergo, cena e pernottamento.

Colazione. Visita di Gray’s Inn, scuola di diritto le cui origini risalgono al XIV secolo. Nel cortile è stata eretta una statua del filosofo e politico Francesco Bacone (1561-1626), il più illustre membro di Gray’s Inn, che riteneva il sapere scientifico come l’unico tipo di conoscenza che potesse fornire una risposta soddisfacente ai problemi dell’uomo. Camminata nei giardini di Gray’s Inn, uno dei luoghi preferiti dai londinesi per passeggiare. Questi giardini erano stati progettati da Bacone e rappresentano un esempio della sua fiduciosa credenza nella possibilità da parte della scienza di operare un miglioramento radicale delle condizioni dell’uomo in qualsiasi ambito della sua vita.
Contemporaneo di Bacone, era William Shakespeare (1564-1616), universalmente riconosciuto come l’iniziatore del teatro moderno. I suoi testi teatrali, commedie e tragedie, da 400 anni continuano a essere rappresentati in tutto il mondo, grazie alla capacità ineguagliata di indagare i sentimenti dell’animo umano: dall’estasi d’amore alla crudeltà più bieca, dalla rivalità alle invidie e gelosie, dal desiderio di potere a quello di giustizia, dal carattere illusorio dell’esistenza alla fugacità della vita. I suoi personaggi sono talmente reali e concreti da essere lo specchio degli esseri umani di ogni tempo, in ognuno possiamo trovare qualcosa di noi. Visita del Globe Theatre, il teatro, recentemente ricostruito, dove recitò la compagnia di William Shakespeare. A fianco del teatro, si trova Shakespeare’s Globe, un centro culturale con un museo dedicato ai testi teatrali di Shakespeare. Pranzo libero.
Raggiungiamo il Museo della Scienza (“Science Museum”), una delle più vaste raccolte al mondo nei settori della scienza, della tecnologia, dell’industria e della medicina. Fra gli oggetti esposti troviamo le prime macchine a vapore che hanno reso possibile la rivoluzione industriale tra il 1700 e il 1800, i calcolatori meccanici (“antenati” del nostro computer, datati al XIX secolo), mongolfiere e aeroplani del 1900, strumenti che raccontano la storia della medicina e della veterinaria. Rientro in albergo, cena e pernottamento.

Colazione. Ingresso all’abbazia di Westminster (Westminster Abbey), definito Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, luogo di culto della chiesa anglicana. Gran parte dell’edificio attuale venne costruito nel secolo XIII, in stile gotico francese con influssi inglesi, e completato nel 1700. Fin dal medioevo è stata la sede delle incoronazioni dei sovrani d’Inghilterra e di sepoltura dei reali e di personalità in ambito politico-culturale della storia inglese, fra i quali scienziati come Isaac Newton e Charles Darwin, compositori come Henry Purcell e Georg Friedrich Händel, politici come William Pitt il Giovane e W. E. Gladstone. Nel Poets’ Corner (“L’angolo dei poeti”) si trovano le tombe e gli epitaffi dei principali scrittori inglesi, come Geoffrey Chaucer, Charles Dickens, Jane Austen. Pranzo libero.
Visitiamo la National Gallery, collezione di dipinti che illustrano l’arte europea dal medioevo fino agli inizi del ’900, soffermandoci su alcune opere che hanno segnato la storia della pittura occidentale, eseguite da Giotto, Leonardo da Vinci, Michelangelo, Tiziano, Velásquez, Van Gogh e Renoir. In seguito, ci spostiamo al vicino Covent Garden Market, centro commerciale realizzato nel 1845, situato in una piazza in stile neoclassico con negozi di gioielleria, antiquariato, moda insieme a ristoranti e caffè. Rientro in albergo, cena e pernottamento.

Colazione. Visita del British Museum, che espone reperti delle antiche civiltà del Medio Oriente, Egitto, Grecia e Roma. Osserviamo alcuni fra i pezzi più importanti: i marmi di Fidia provenienti dal Partenone, la Stele di Rosetta (che ha consentito di decifrare i geroglifici egiziani), il Tesoro di Oxus (una raccolta di oggetti d’oro persiani del periodo compreso tra il VII e il IV secolo a.C.).
Il British Museum, oltre al museo vero e proprio, comprendeva anche la British Library, la biblioteca del museo. Frequentatore assiduo di questa biblioteca, tra il 1840-50, è stato Karl Marx, che si dedicava allo studio della storia economica scrivendo Il Manifesto del Partito Comunista (1848), nel quale venivano enunciate le linee fondamentali di una dottrina politica che teorizzava la necessità di porre fine alla proprietà privata e che ha influenzato i successivi sviluppi del movimento operaio in tutto il mondo. Pranzo libero.
Ingresso al museo Charles Dickens, che si sviluppa sui quattro piani della casa in stile georgiano dove lo scrittore Dickens visse tra il 1837-39, nell’epoca della “rivoluzione industriale”. A Londra la rivoluzione industriale provocava grandi fermenti e speranze di sviluppo economico, ma Dickens diventava sempre più critico nei confronti della povertà e della stratificazione sociale creati dall’industrializzazione. Ne nacque il cosiddetto romanzo sociale, che si concentrava sui ceti economicamente svantaggiati e che denunciava l’ipocrisia, i soprusi e i pregiudizi nei loro confronti.
Il museo permette di rivivere atmosfere e ambienti relativi a capolavori letterari come The Pickwick Papers, Nicholas Nickleby, Oliver Twist: al suo interno si trovano edizioni rare delle opere di Dickens, manoscritti, dipinti, mobili originali e oggetti relativi all’autore, alla sua vita e alle sue opere.
Ci spostiamo alla Broadcasting House, la famosa sede della BBC, per osservare dall’esterno l’edificio costruito in stile Art Deco nel 1932, dove venivano prodotti programmi radiotelevisivi e servizi di informazione. Qui, durante la seconda guerra mondiale, lo scrittore e giornalista George Orwell (1903-1950) cura una serie di trasmissioni rivolte all’India. Orwell è noto soprattutto per due romanzi La fattoria degli animali e 1984, che descrivono un mondo controllato da un potere dittatoriale attraverso un uso disumanizzante e alienante dei media e dell’informazione, un mondo in cui l’individuo non è più padrone del proprio futuro ma si limita a vivere una vita senza più prospettive e speranze.
Cena. In seguito, possibilità di salire sullo Shard (ingresso non incluso), il grattacielo più alto d’Europa (309 m) inaugurato nel 2012, e progettato dall’architetto Renzo Piano come una “città in verticale”, con uffici, negozi, albergo. Arrivo al piano 72°, dove una galleria panoramica consente di scrutare l’orizzonte a 360° per sessanta chilometri. Rientro in albergo e pernottamento.

Colazione. Trasferimento in pullman all’aeroporto di Londra-Heathrow e rientro in Italia con volo di linea all’aeroporto di Milano-Malpensa (Compagnia aerea: British Airways).

 

Albergo previsto, soggetto a possibili modifiche fino al momento della conferma del viaggio:

  • Londra – Phoenix Hotel (3 stelle)

ACCOMPAGNATORE CULTURALE: Luca Merlat
Luca Merlat è nato a Pinerolo (To) nel 1983. Dopo esperienze lavorative a contatto con i minori e i disabili, usando spesso la sua passione per il teatro e la musica come “bellezza che educa”, è entrato nello staff di Effatà e, a partire dal 2011, lavora e viaggia con noi. Appassionato di storia e sedotto da tutto ciò che è spirituale pensa che il viaggio più bello sia quello nell’anima dell’uomo.

  • Quota di partecipazione:
    € 1.640,00
  • Partenza da:
    Milano
  • Quota gestione pratica:
    € 45
  • Trasporto:
    Aereo
  • Prenotazione:
    Entro il 01 Ottobre 2018 o oltre, fino ad esaurimento posti
Scheda di prenotazione Assicurazioni

LA QUOTA COMPRENDE: Volo di linea diretto dall'aeroporto di Milano-Malpensa all'aeroporto di Londra-Heathrow a/r in classe economy (Compagnia aerea: British Airways) • Tasse aeroportuali (soggette a riconferma al momento dell’emissione biglietti) • Trasferimento in pullman riservato da/per l’aeroporto all’estero • Trasporto in pullman riservato/mezzi pubblici per le località indicate, visite ed escursioni come da programma con ingressi a pagamento inclusi • Visite ed escursioni come da programma con ingressi a pagamento inclusi • Sistemazione in hotel di 3 stelle in camere a due letti con servizi privati • Trattamento di mezza pensione dalla cena del 1° giorno alla colazione dell’ultimo giorno. I pasti inclusi sono generalmente di tipo turistico con menù fisso o con menù a buffet. Eventuali problemi alimentari come allergie ed intolleranze devono essere comunicati all’atto della prenotazione. La segnalazione sarà inoltrata ad albergatori e ristoratori ma non costituirà una garanzia nei confronti delle persone allergiche • Accompagnatore culturale Effatà Tour

LA QUOTA NON COMPRENDE: Le bevande ai pasti • Ingressi ed escursioni non indicati in programma • Tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”

SUPPLEMENTI: Camera singola: € 560,00 • Partenza da altre città con voli di linea: quotazioni su richiesta • Trasferimento a/r in pullman da Cuneo-Pinerolo-Torino/aeroporto Milano: il costo sarà determinato in base al numero di aderenti al servizio