© Carla Milone, India

© Carla Milone

Questo viaggio è già stato effettuato, ma puoi controllare il nostro catalogo per le prossime destinazioni.

INDIA

Là, dove scorre il Gange

India 05 - 16 Novembre 2017
12 giorni (11 notti)

L’India è da sempre meta prediletta per viaggiatori aperti al confronto: un paese che – per usare le parole di Tiziano Terzani, giornalista e scrittore che ha dedicato numerose pagine all’Asia e alle sue culture, “fa sentire ognuno parte del creato. In India non ci si sente mai soli, mai completamente separati dal resto. E qui sta il suo fascino. In India si è diversi che altrove. Si provano altre emozioni. In India si pensano altri pensieri. L’India è un’arca di Noé in cui anche ciò che da tempo è morto sopravvive. Qui sono conservati i semi di tutto il meglio che l’uomo abbia mai pensato”.

Questo itinerario ne esplora alcuni dei capisaldi a cominciare dal celeberrimo Taj Mahal, mausoleo fatto costruire dall’imperatore Shahajahan in memoria dell’adorata moglie e sintesi perfetta di arte indiana, centro-asiatica e persiana. Una mescolanza di stili e culture che vive anche in altri gioielli architettonici, come la città fortificata di Fatehpur Sikhri, i suggestivi templi di Orchha o quelli – dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco – di Kajuraho.

Grande protagonista di questo percorso è soprattutto il Gange, che col suo incedere saggio e maestoso lambisce luoghi carichi di storia e scandisce il tempo di cerimonie solenni. Seguendo il grande fiume sacro visiteremo Allahabad, uno dei punti più sacri dell’India, presso cui nel 1948 furono disperse le ceneri del Mahatma Gandhi, e navigheremo fino a Varanasi, la città santa, caratterizzata dai ‘ghat’ (gradoni brulicanti di umanità e vita) e sede della festa del Dev Deepawali, in cui una miriade di lumini popola le rive del Gange in segno di benvenuto agli dei tra canti e preghiere.

Un viaggio per chi voglia cogliere l’atmosfera della vera India, quella che ai suoi riti e alle sue suggestioni sa unire celebri centri monumentali.

Viaggio consigliato dal MAO, Museo d’Arte Orientale

Organizzazione tecnica: Il Tucano Viaggi Ricerca di Willy Fassio Srl

 

 

Partenza con volo di linea per Delhi, con arrivo il giorno successivo.

Arrivo in mattinata nella capitale dell’India. Incontro con la guida e trasferimento ad Agra (245 km: 4 ore circa). Arrivo e sistemazione in hotel. Nel pomeriggio visita della città con il Forte Rosso. Al termine delle visite rientro in hotel. Pensione completa.

Mattina dedicata alla visita del superbo Taj Mahal, il simbolo dell’arte Moghul. Il mausoleo, costruito all’inizio del XVII secolo in marmo bianco e pietre semipreziose dall’imperatore Shahajahan alla morte della moglie adorata, fonde armoniosamente le tradizioni artistiche della Persia, dell’India e dell’Asia Centrale. Nel pomeriggio escursione a Fatehpur Sikri (40 km), città di arenaria rossa fatta costruire dall’imperatore Akbar per sé e per la propria corte ed abbandonata dopo soli dodici anni. Rientro ad Agra e passeggiata nel bazar. Pensione completa.

Nella prima mattinata trasferimento alla stazione ferroviaria e partenza con il treno per Jhansi, da cui si prosegue in auto per Orchha (45 minuti circa). Visita della cittadina, antica capitale rajput, edificata nel 1531, che rappresenta una felice sintesi tra l’architettura induista tradizionale, quella indo-saracena e quella, più ricercata, dei Moghul. Tutto qui è ancora intriso dell’atmosfera del passato: l’imponente fortezza e i suoi palazzi, il Jahangir Mahal, il Raj Mahal ed il tempio di Laxi Narayan, tra i più romantici dell’India, decorati all’interno da splendide e vivaci pitture. Davvero suggestiva è la visione dei chattri reali, imponenti cenotafi costruiti lungo il fiume, nei luoghi dove avvenivano le cremazioni. Sistemazione in hotel. In serata assisteremo alla suggestiva cerimonia dell’Aarti nel tempio di Ram Raja Mandir, durante la quale centinaia di lumini ad olio vengono affidati ai flutti del fiume. Pensione completa.

Si prosegue per Khajuraho (180 km: 5 ore circa), nel Madhya Pradesh. Arrivo nel pomeriggio e sistemazione in hotel. Visita dello straordinario complesso templare, edificato tra il X e l’XI secolo, celebre per le sculture a soggetto erotico e dichiarato “Patrimonio dell’Umanità” dall’UNESCO. Visiteremo i templi situati nel gruppo meridionale: il complesso di templi di Duladeo, quello di Chaturbhuj – l’unico a Khajuraho privo di sculture erotiche – e infine quello di Beejamandal, in fase di scavo. In serata spettacolo di luci e suoni in questa cornice quanto mai suggestiva. Il giorno seguente proseguimento con la visita dei templi jain di Ghantai e Parshvanath situati nel gruppo orientale e caratterizzati dalla straordinaria ricchezza dei bassorilievi. La visita di Khajuraho prosegue con i templi indù costruiti a partire dal X secolo dalla dinastia Chandela e celebri per le sculture a soggetto erotico: il tempio Varaha, dedicato a Vishnu, il tempio Kandariya Mahadeva dedicato a Shiva e il tempio Lakshmana, il più antico. Al termine delle visite rientro in hotel. Pensione completa.

Partenza per Chitrakoot (275 km: 6 ore circa), visitando la città di Mahoba in corso di viaggio. Arrivo e sistemazione in hotel. Pensione completa.

Partenza per Pratappur (4 ore circa), con visita dei templi di Chitrakoot. Visita di Pratappur. Nel tardo pomeriggio arrivo ad Allahabad e sistemazione in hotel. Allahabad, situata alla confluenza del Gange con lo Yamuna, è ritenuta uno dei luoghi più sacri dell’India. È qui che si svolge, una volta ogni dodici anni, la grande festa del Khumba Mela: milioni di Induisti si riuniscono sul Tribeni Ghat per il grande bagno purificatore. Ed è qui che nel 1948 furono disperse le ceneri del Mahatma Gandhi. Se il tempo a disposizione lo consente, visita del forte di Allahabad. Il percorso odierno è di 250 km (6/7 ore circa). Pensione completa.

Dopo colazione si prosegue via terra per Chunar, visitando lungo il percorso il forte di Chunar, situato in posizione panoramica su uno sperone roccioso dominante un’ansa del fiume. Ritornati sulle rive del sacro Gange, inizia la navigazione verso Varanasi: avvicinandosi alla città, il Gange si “popola” perdendo un po’ della sua poesia. Arrivo in barca a Varanasi, la città santa, che appare prima sfumata e poi sempre più dettagliata, con i “ghat” brulicanti di gente e i colorati sari stesi sulle rive del fiume. Sbarco e trasferimento in hotel. Pensione completa.

All’alba escursione in barca sul sacro fiume Gange costeggiando i Bathing Ghats, le gradinate di pietra dove i pellegrini e i devoti si recano a salutare il sorgere del sole con la preghiera.
Rientro in hotel per la prima colazione, quindi escursione a Sarnath (*) dove, secondo la tradizione, il Buddha avrebbe tenuto il suo primo sermone dopo “l’illuminazione”. In una verde cornice si visitano i resti dello stupa edificato da Ashoka nel III secolo a. C. e di un vasto tempio del periodo gupta. Rientro a Varanasi dove nel tardo pomeriggio assisteremo al Dev Deepavali: le rive del Gange sono illuminate da innumerevoli lumini in segno di benvenuto agli dei, tra canti e preghiere. Pensione completa.

 

Visita di Varanasi con i ghat dove, accanto alle pire, si svolgono i riti funebri, il tempio di Bharat Mata e di Durga, il tempio d’oro di Vishvanath, la moschea di Aurangzeb ed il Chowk, il bazar più animato della città.
Al termine delle visite trasferimento in aeroporto e, nel primo pomeriggio, partenza per Delhi, che si raggiunge con due ore circa di volo. Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel. Pensione completa.

 

Partenza la mattina con il volo per Delhi. Proseguimento con il volo per l’Italia, dove l’arrivo è previsto nel pomeriggio.

  • Agra – Double Tree by Hilton (4 stelle)
  • Orchha – Amar Mahal (4 stelle)
  • Khajuraho – Radisson Hotel (4 stelle)
  • Allahabad – Kanha Shyanm (3 stelle)
  • Varanasi – Rivatas Hotel (5 stelle)
  • Delhi – Vivanta by Taj (5 stelle)
  • Chitrakoot – Sistemazione in guesthouse

In questo viaggio il Patrimonio dell’UNESCO:

  • Il forte di Agra
  • Fatehpur Sikri
  • I templi di Khajuraho

 

ACCOMPAGNATORE CULTURALE: Lorenza Marini
Dopo aver vissuto a Pechino tre anni e per medio-Lunghi periodi in Australia, USA e Perù, da dieci anni svolge la professione di interprete di cinese simultanea ed accompagna viaggi in Asia (Cina, Vietnam, Cambogia, Giappone, India e Birmania), Sud America (Perù, Argentina, Messico e Brasile), Stati Uniti e Australia. Parla correttamente cinese, tre lingue europee (inglese, spagnolo e francese) e un ‘ di coreano. Ha scritto un libro dal titolo “Cina… oggi più vicina”.

  • Quota di partecipazione:
    € a partire da 3150,00
  • Partenza da:
    Milano
  • Quota gestione pratica:
    € 55
  • Trasporto:
    Aereo, Pullman, Treno
  • Prenotazione:
    Entro il 05 Settembre 2017 o oltre, fino ad esaurimento posti
Scheda di prenotazione Informazioni generali Viaggiare in India Assicurazioni

LA QUOTA COMPRENDE: I passaggi aerei internazionali con voli di linea Lufthansa da/per Milano (classe di prenotazione W: per maggiori informazioni consultare il documento Informazioni Generali - INDIA), 20 Kg di franchigia bagaglio • Il volo interno a tariffa speciale riconfermabile solo all’atto della prenotazione/emissione dei biglietti, 15 Kg di franchigia bagaglio • Tutti i trasferimenti • Sistemazione negli hotel indicati all'apertura del tour) • I pasti dettagliati nel programma • Visite ed escursioni come da programma • Ingressi durante le visite guidate • Assistenza di personale locale qualificato e di guide locali parlanti italiano • Assistenza di un accompagnatore dall’Italia per i gruppi a partire da 10 partecipanti

LA QUOTA NON COMPRENDE: L'assicurazione obbligatoria (per maggiori informazioni consultare il documento Assicurazioni) • Visto di ingresso in India (€ 85) • Le tasse aeroportuali e di sicurezza (€ 300 circa) e le tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco • Bevande, mance e quant'altro non espressamente indicato

SUPPLEMENTI: Camera singola: € 650,00